Il Consorzio Sicilia rinnova il CdA

di Redazione

In attesa del Presidente il nuovo consiglio vara importanti provvedimenti su fascette e sostenibilità.

L’assemblea dei soci del Consorzio vini Doc Sicilia si è riunita a per eleggere i dodici membri del nuovo Consiglio di Amministrazione, che resterà in carica per il triennio 2020-2022.

Rimandata alla prossima riunione la nomina del Presidente, il nuovo Cda ha deciso di posticipare di un anno l’introduzione delle fascette di stato sulla Doc Sicilia, che diverranno dunque obbligatorie a partire dal 1° gennaio 2022. È stato inoltre approvato un progetto per la certificazione della sostenibilità della viticoltura siciliana; a governarlo, precisa il Cda in una nota, una fondazione allo fondazione allo scopo costituita. L’assemblea ha infine approvato il bilancio di esercizio del 2019 e il bilancio preventivo del 2020.

Consigliati