Il Vino Nobile a pegno dei finanziamenti

di Redazione

In attesa delle norme governative sul pegno rotativo, MPS e Consorzio propongono linee di finanziamento dedicate alle aziende vitivinicole.

Vino Nobile di Montepulciano a garanzia dei finanziamenti che il Monte dei Paschi di Siena erogherà a favore delle aziende locali, una volta che il necessario decreto governativo lo renderà possibile. Nel frattempo la banca e il Consorzio di tutela studiano altre formule di finanziamento, indispensabili a garantire la regolare vita delle aziende vitivinicole.

Da sempre MPS è vicina alla nostra realtà e da anni ormai ci ritroviamo per rinnovare gli accordi per agevolare le nostre aziende al credito – spiega il presidente del Consorzio, Andrea Rossiquest’anno ci siamo trovati a ridefinire le condizioni e in una zona in cui il valore più grande è dato proprio dal prodotto, il vino, non è stato difficile trovare una formula di maggiore collaborazione”.

La misura del ‘pegno rotativo sui prodotti agricoli e alimentari a denominazione d’origine protetta o a indicazione geografica protetta’ recentemente introdotta dal Decreto Cura Italia, prevede l’erogazione di un prestito garantito dal vino prodotto esclusivamente da uve di proprietà, per un importo pari all’ 80% del prezzo medio delle mercuriali pubblicate dalle Camere di Commercio al momento della domanda di finanziamento. In attesa del provvedimento che lo renda operativo, Banca Mps e Consorzio del Nobile di Montepulciano hanno inoltre stipulato un accordo che prevede una formula di credito agrario a 12 mesi e un finanziamento, denominato ‘Agri Mini’, con ammortamento graduale del capitale, entrambi a tassi favorevoli che la banca riserva alle aziende associate al Consorzio.

Consigliati