Nominati sedici nuovi Masters of Wine

di Redazione

Si allarga il gruppo di professionisti che possono fregiarsi dell’ambito titolo, conseguito al termine di un difficile percorso di selezione.

L’Institute of Masters of Wine ha annunciato la nomina di 16 nuovi Masters of Wine provenienti da nove diversi paesi del mondo. Diventano così 409 coloro che possono fregiarsi dell’ambito titolo, conseguito dopo avere superato le tre fasi di cui si compone l’esame di ammissione. Per diventare tali, i candidati devono infatti prima superare una prova teorica, a cui segue una degustazione alla cieca e la redazione di un Research Paper, cioè uno studio approfondito sul vino in una qualsiasi area delle arti o delle scienze.

I nuovi MW, da nove diversi paesi, sono Mike Best (Regno Unito), Nick Bielak (Regno Unito), Beans Boughton (Emirati Arabi Uniti), Duane Coates (Australia), Jacqueline Cole Blisson (Canada), Róisín Curley ( Irlanda), Tracey Dobbin (Francia), Heidi Hansen (Norvegia), Christophe Heynen (Belgio), Annette Lacey (Australia), Ido Lewinsohn (Israele), William Lowe (Regno Unito), Geoffrey Moss (Canada), Ray O’Connor (Regno Unito), Adam Porter (Regno Unito) e Louise Wilson (Canada).