Il Brunello di Montalcino conquista tutti

di Redazione

Miglior vino italiano, terzo mondiale. Si apre una stagione d’oro per la Denominazione toscana, pronta a giocarsi la vendemmia 2016.

Il Consorzio Brunello di Montalcino registra il terzo posto dell’azienda San Filippo nella Top100 di Wine Spectator, a culmine di un rilancio della Denominazione tra la critica enologica dovuta a due annate tra le migliori di sempre.
Siamo felici di questo riconoscimento perché darà una mano importante a tutta la denominazione e ci complimentiamo con un’azienda, la San Filippo, che come nella nostra migliore tradizione persegue da tempo la qualità totale” è il commento del presidente del Consorzio, Fabrizio Bindocci, alla notizia che il Brunello di Montalcino Le Lucére 2015 è risultato il miglior vino italiano e il terzo mondiale.

Per quanto riguarda invece le due annate, 2015 e 2016, oggetto del contendere, il presidente si limita a dichiararsi “Particolarmente orgoglioso della nostra annata 2015 che ci ha permesso di limitare i danni in questo tragico anno. È un prodotto che stupisce per una qualità media forse senza precedenti, ma che dovrà condividere la scena con la 2016, annata considerata straordinaria ancora prima di essere messa in commercio. La critica internazionale che ha avuto modo di degustare in anteprima la nuova annata in queste settimane, è già divisa su quale sia la migliore. Noi al Consorzio – conclude – ci limitiamo a osservare come 2 millesimi consecutivi di questo livello a Montalcino”.

Consigliati