La console americana brinda al – e con – il Chianti

di redazione

Al centro dell’’incontro con l’alto rappresentante degli Stati Uniti la sensibilizzazione dei giovani al bere responsabile.

Nei giorni scorsi il presidente del Consorzio Chianti Giovanni Busi e il direttore Marco Alessandro Bani hanno incontrato la console generale Usa a Firenze Ragini Gupta. Al centro del colloquio, durato circa 90 minuti, l’attenzione verso i giovani e la necessità di sensibilizzarli al bere responsabile nonché alla conoscenza di ciò che esiste dietro una bottiglia di vino.

Il Vino Chianti non è solo un prodotto, ma racconta la cultura e la tradizione toscana – afferma Busi – e ci auguriamo di poterlo ripetere quanto prima in un contesto di ritrovata normalità.” Riferendosi all’incontro, lo stesso presidente lo giudica “molto proficuo, che rafforza ancora di più il rapporto tra la Toscana e gli Stati Uniti, nel segno del vino Chianti, prodotto d’eccellenza simbolo del nostro territorio, molto amato oltreoceano. Insieme al Consolato lavoreremo per valorizzare ulteriormente il Chianti e incentivare gli scambi culturali, turistici e commerciali tra la Toscana e gli Usa, già di lunga data”.

Consigliati