Assobenefit e Assobio insieme per la sostenibilità integrale

di Redazione

Le due associazioni hanno firmato un protocollo di intesa volto a promuovere un modello economico che metta al centro dei processi produttivi il benessere dell’uomo e dell’ambiente.

Cooperazione nella ricerca, formazione e informazione, iniziative congiunte, reciproca promozione. Questi gli impegni assunti con la sigla della partnership fra Assobenefit e AssoBio. Il nuovo strumento giuridico della Società Benefit, introdotto dalla Legge di stabilità per l’anno 2016, art. 1, commi da 376 a 384, consente alle società di capitali di poter perseguire in modo congiunto e integrato finalità di lucro e di beneficio sociale, intenzionalmente e consapevolmente specificati nello statuto.

La partnership con Assobio rafforza la diffusione delle società benefit nel settore agroalimentare che per noi rappresenta un comparto fondamentale e decisivo per la sostenibilità del modello di sviluppo economico – commenta il presidente di Assobenefit, Mauro Del Barba – Siamo veramente onorati di portare la proposta del biologico nell’ambito delle più complessive buone prassi necessarie a rafforzare il progetto di diffusione della stakeholder economy”.

Entrambe le associazioni condividono, infatti, l’obiettivo di promuovere un nuovo modello economico di sviluppo improntato a una sostenibilità integrale che mette al centro dei processi produttivi e decisionali il benessere delle persone e dell’ambiente. “Tra gli obiettivi principali di AssoBio, vi è il sostegno e la promozione di relazioni con altre Associazioni che condividano l’impegno e il rinnovamento del modello economico per uno sviluppo sostenibile – dichiara il presidente di AssoBio Roberto ZanoniRiteniamo che il For Benefit e la sostenibilità non siano più un’alternativa ma un nuovo modo di fare impresa, che può avere un impatto positivo a lungo termine sulla società civile e sull’ambiente. Questo primo passo, grazie alla collaborazione di Assobenefit, concretizza un modello d’intervento sinergico e contribuirà, nei prossimi anni, a rafforzare una comunità che condivida i valori che stanno alla base di un sano sviluppo”.