ZAI presenta la sua linea di Canned Wine

di Redazione

La neonata cantina veronese approda sul mercato con una linea dedicata ai più giovani, alla continua ricerca di stili di vita più salubri e sostenibili.

ZAI ha lanciato una nuova linea composta da sei canned wine, cioè vini in lattina, con i quali punta ad intercettare la crescente domanda proveniente soprattutto dalle fasce più giovani di consumatori, che chiedono sostenibilità e stili di vita più salubri e informali.

Le sei referenze presentano una forte vocazione territoriale, essendo prodotte con Corvina (Dr. Corvinus, 11% Vol), Garganega (Gamea, 9.5% Vol), Glera (Mr. Bubble 9.5% Vol), Merlot e Cabernet (Lady Blendy 10.5% Vol), Pinot Grigio (PJ White 10% Vol) e Moscato (Cork Borg 7% Vol) nel quadro normativo di tre distinte Igt (Verona, Veneto e Terre Siciliane). Tutti i vini, tranne uno, sono vegani, biologici e saranno presenti sia in enoteca che nei canali GDO italiani e ovviamente saranno distribuiti nei principali mercati esteri.

Per quanto concerne il packaging, esso racconta sei differenti storie ambientate nel 2150, anno che vedrà l’estinzione del 99% delle specie animali e vegetali, uva compresa, a causa del cambiamento climatico. Significativo anche l’uso dell’alluminio, materiale riciclabile all’infinito, che esprime appieno la vocazione sostenibile dell’azienda. Il contenuto infine equivale a due bicchieri di vino, per cui si esaurisce senza che la bevanda avanzi.

Crediamo fermamente che si debba guardare oltre – afferma Benoit Frécon, uno dei soci – cercando di preservare il mondo che ci ospita. Abbiamo elaborato quindi un nuovo modo di offrire vino restando concentrati su sicurezza, benessere, efficienza, gestione delle risorse e innovazione, valori che sono la spina dorsale della nostra strategia produttiva legata alla sostenibilità”.