Gemellaggio enologico tra Montalcino e Napa

di Federica Borasio

Il Consiglio comunale ilcinese ha autorizzato la sottoscrizione del patto d’amicizia tra le due capitali mondiali del vino di qualità.

Con il consenso da parte del Consiglio Comunale di Montalcino prende il via il percorso di gemellaggio tra la cittadina senese e Napa, in California. Promosso dopo uno scambio di missive tra i rispettivi sindaci, in cui Silvio Franceschelli e Scott Sedgley esprimevano la volontà di legare le due comunità, il progetto mira a implementare la valorizzazione dell’economia alimentare e la promozione della tipicità dei prodotti legati al territorio, sostegno alla commercializzazione e alla penetrazione dei mercati anche attraverso la formazione di studenti e giovani lavoratori.

Per noi – ha detto il sindaco Silvio Franceschelli – non è un gemellaggio simbolico ma uno scambio di informazioni e formazione che vuole mettere al centro i nostri e i loro ragazzi e giovani. Con la formalizzazione di questo secondo gemellaggio, dopo quello con Hautvillers, piccolo comune patria dello champagne con cui dal 2014 è gemellato il Municipio di San Giovanni d’Asso, abbiamo unito tre capitali mondiali del vino. Un rapporto che non deve essere solo scambio di convivialità ma anche di opportunità per stage in aziende. Coinvolgeremo il Consorzio del vino Brunello e tutti coloro che potranno contribuire a sviluppare questi rapporti di amicizia. Credo potranno nascere buone opportunità in un mondo come quello attuale che è sempre più connesso”.