Aperte le iscrizioni al Premio Qualità Italia

di Redazione

A giugno in programma le degustazioni alla cieca per eleggere le migliori espressioni del Made in Italy enoico.

Si sono aperte le iscrizioni per la settima edizione del Premio Qualità Italia, concorso enologico nazionale promosso e gestito dalla Scuola Etica di Alta Formazione e Perfezionamento Leonardo, che vedrà vini provenienti da tutta Italia sfidarsi in numerose categorie. Il premio nasce con lo scopo di scoprire ed evidenziare la migliore produzione enologica italiana, contribuendo alla divulgazione del brand Italia nel mondo, e di valorizzare le eccellenze regionali portandole alla conoscenza dei consumatori e degli operatori per premiare lo sforzo delle aziende produttrici impegnate nel continuo miglioramento qualitativo dei loro prodotti.

Il numero di vini concorrenti e di categorie, a completa rappresentanza di ogni territorio d’Italia, e l’articolarsi del concorso e dei premi anche su scala regionale, fanno del Premio Qualità Italia un appuntamento unico, che oltre a esaltare la ricchezza e la varietà della produzione enologica italiana, offre a ogni produttore un’occasione unica di visibilità, permettendogli di emergere e di darsi notare sul mercato facendo valere le eccellenze dei propri prodotti.
Il Premio Qualità Italia è l’unico concorso enologico promosso e gestito da una scuola di formazione indipendente, ufficialmente autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, che grazie a una commissione di esperti di varie regioni d’Italia garantisce trasparenza e professionalità nella degustazione e nella valutazione dei vini partecipanti, giudicati per le loro intrinseche qualità emerse nel corso di una degustazione alla cieca.

Le categorie per le quali le aziende produttrici possono presentarsi sono:
Per gli Igt: Rossi annate 2020 e 2019; Rossi annate 2018 e precedenti; Bianchi; Rosati.
Per i Doc: Rossi annate 2020 e 2019; Rossi annate 2018 e 2017; Rossi annate 2016 e precedenti; Bianchi 2020; Bianchi 2019 e precedenti; Rosati.
Per i Docg: Rossi; Bianchi; Rosati.
Per i vini frizzanti: Rossi e Rossi Igt; Bianchi Doc e Bianchi Igt; Rosati Doc e Rosati Igt.
Per i vini spumanti: Rossi Vsq, Rossi Doc e Rossi Igt; Bianchi dolci Vsq, Bianchi dolci Doc e Bianchi dolci Igt; Bianchi secchi Vsq, Bianchi secchi Doc e Bianchi secchi Igt; Rosati Vsq, Rosati Doc e Rosati Igt.
Per i vini passiti: Doc; Igt.

Dopo sei edizioni di successo, compresa quella del 2020 in pieno lockdown, il Premio Qualità Italia rinnova il suo impegno per avvicinarsi ancor più al mondo del vino e dei territori di cui è figlio. Ogni premio è il racconto di una storia di successo, per far conoscere i luoghi e le tradizioni presenti dentro ogni bottiglia, che la rendano unica nel suo genere. – dichiara il prof. Mauro Pallini, presidente della Scuola Etica di Alta Formazione e Perfezionamento Leonardo – I nostri punti di forza sono l’indipendenza, la trasparenza, e l’assoluta professionalità dello staff, dei commissari degustatori, del direttore tecnico e della stessa Direzione. Caratteristiche apprezzate dai produttori che ogni anno accettano la sfida con entusiasmo” conclude il Prof. Pallini.

Le iscrizioni alla VII edizione del Premio Qualità Italia sono appena iniziate e resteranno aperte fino al 5 giugno 2021, termine ultimo per la consegna dei campioni. Le degustazioni si svolgeranno dal 14 al 16 giugno 2021. Tutte le informazioni sono disponibili sulla pagina del sito. La proclamazione dei vincitori avverrà con una premiazione in occasione della Milano Wine Week.