Continua su eBay la tutela del Made in Italy

di redazione

Mipaaf e rappresentanti della filiera rinnovano l’accordo con la piattaforma on-line, che vede l’Italia all’avanguardia nel tutelare il proprio patrimonio agroalimentare sul web.

È stato rinnovato l’accordo tra Mipaaf, orIGin Italia, Federdoc ed eBay per la tutela delle Indicazioni Geografiche sulla piattaforma e-commerce. Un’alleanza nata nel 2014 per contrastare la contraffazione e proteggere i marchi di origine e che negli ultimi anni ha ottenuto risultati eccezionali.

La sottoscrizione dell’accordo da parte del Ministro Patuanelli consolida la collaborazione esistente con eBay, confermando il ruolo strategico della piattaforma di e-commerce nella promozione delle eccellenze agroalimentari di qualità certificata del nostro Paese e nella tutela dei consumatori e acquirenti online. Con il nuovo accordo, della durata di due anni, la tutela sarà estesa anche ai profili di etichettatura dei prodotti per verificarne la regolarità e la rispondenza alle norme comunitarie e nazionali in materia.

Il rinnovo dell’accordo conferma la bontà del lavoro di collaborazione sin qui svolto ed evidenzia la consapevolezza che occorra fare “sistema” per sostenere, incoraggiare e tutelare l’agricoltura italiana e l’immenso patrimonio agroalimentare del Paese, proteggendo, al contempo, il consumatore – ha dichiarato il ministro Stefano PatuanelliLa tutela della qualità delle produzioni agroalimentari rappresenta per l’Italia uno dei principali obiettivi della politica agroalimentare, considerato che il nostro Paese vanta in Europa il maggior numero di prodotti a marchio registrato europeo DOP e IGP, oggetto di numerosi e sofisticati tentativi di usurpazioni, imitazioni ed evocazioni. I prodotti italiani DOP e IGP riconosciuti a livello europeo come diritti di proprietà intellettuale meritano la stessa tutela e protezione alla stregua dei più famosi brand del mondo. Garantire la tutela dei nostri prodotti è un contributo alla trasparenza del mercato, alla difesa dei diritti del consumatore ma è anche un contributo alla valorizzazione del lavoro importante che giornalmente svolgono i nostri agricoltori e le nostre aziende di produzione“.

In eBay, crediamo fortemente nell’importanza di valorizzare i prodotti Made in Italy facilitandone la promozione, l’accessibilità e l’internazionalizzazione. Il rinnovo dell’accordo ci permette di continuare questo importante percorso volto a garantire i più alti standard di sicurezza per le eccellenze italiane all’interno del nostro marketplace. Siamo felici di rinnovare oggi questo impegno e continuare la proficua collaborazione con il Ministero, il Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari e i Consorzi di Tutela, per avanzare verso un obiettivo comune: quello di garantire un meritato riconoscimento e protezione ai prodotti di eccellenza del settore alimentare italiano“, afferma Alice Acciarri, General Manager di eBay in Italia.

Grazie all’intenso lavoro di controllo dell’Icqrf, ordini e prodotti che usurpano, imitano o evocano prodotti di qualità ad indicazione geografica, vengono tempestivamente segnalati direttamente al sistema di protezione della proprietà intellettuale di eBay e rimosse dopo brevissimo tempo. Si tratta di una attività svolta nel massimo livello di cooperazione e sinergia e che ha portato ad un livello di efficienza nei risultati del 99% dei casi, anche grazie alla collaborazione fattiva e al know-how delle rappresentanze dei Consorzi di Tutela, orIGin Italia e Federdoc, il cui presidente Riccardo Ricci Curbastro afferma “Siamo particolarmente lieti di contribuire attivamente all’attività di protezione dei vini a denominazione per contrastare la contraffazione dei prodotti italiani. Una attività di controllo che dal 2014 porta avanti con decisione con la fondamentale vigilanza dei Consorzi azioni di tutela del lavoro del nostro comparto produttivo dei vini a D.O. ma anche e soprattutto a garanzia del consumatore italiano e internazionale che acquista anche online. Una efficace forma di protezione – conclude Ricci Curbastro – verso la indiscussa qualità e originalità del nostro patrimonio vinicolo che certamente contribuisce ad accrescerne il valore e l’unicità