Vetrina Toscana è best practices europea

di redazione

La Commissione Europea individua il portale toscano come un modello da seguire nella promozione agroalimentare dei singoli territori.

La Commissione UE ha inserito Vetrina Toscana tra le best practices di promozione del settore agroalimentare, per la sua capacità di valorizzare le proprie produzioni enogastronomiche con un marchio comune ed eventi che uniscono il cibo a cultura, turismo e commercio al dettaglio, nonché per aver messo a disposizione del progetto una strategia di comunicazione “ad hoc”, sia tradizionale che digitale.

Tale riconoscimento ha preso forma nella guida ‘Facing the Future’ con la quale le istituzioni comunitarie puntano a rivitalizzare e modernizzare il piccolo commercio al dettaglio, offrendo esempi reali raccolti tra le migliori pratiche di tutta Europa e replicabili nel contesto locale. Secondo la guida le attività di marketing e di promozione, volte a sensibilizzare i clienti ed accrescere la visibilità dei piccoli dettaglianti, possono determinare un vantaggio sul mercato. Per riuscirvi segnala tre modalità, visibilità su motori di ricerca e piattaforme online, promozione ed eventi, tutte caratteristiche soddisfatte dal portale vetrina.toscana.it.

Un riconoscimento, da parte della Commissione europea, che ci rende orgogliosi e che ha un duplice valore: da una parte riconosce la lungimiranza del progetto e la bontà del lavoro fatto fino ad oggi; dall’altra è un ottimo volano per celebrare Vetrina Toscana nel ventennale dalla sua nascita e proiettarla verso il futuro – commenta Leonardo Marras, assessore al turismo della Regione Toscana -. Tra i temi di viaggio della nostra campagna di promozione c’è il ‘ritorno ai borghi e ai sapori autentici’ a cui il progetto di Vetrina si sposa alla perfezione guidando i viaggiatori tra le eccellenze agroalimentari regionali“.

Ricevere questo “timbro” dalla Commissione europea è un grande segnale e ci fa comprendere che la strada intrapresa finora dalla Toscana va nella direzione giusta – dice la vicepresidente e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi – Vetrina toscana fa passare una serie di messaggi fondamentali e vitali per il comparto e per il futuro dell’agroalimentare della nostra regione. Primo, che i prodotti agroalimentari toscani sono garanzia di qualità e genuinità. Che acquistarli significa non solo fare un bel gesto verso noi stessi perché sono prodotti che fanno bene alla salute, ma anche verso l’ambiente e chi si sta impegnando a tutelarlo. E infine, vuol dire sostenere questo comparto di eccellenza della Toscana e dare una mano alla salvaguardia delle tradizioni che sono espressione dell’identità dei territori da cui i nostri prodotti provengono“.

Consigliati