Nuova identità digital per il Vermentino di Gallura

di Daniele Becchi

Il presidente annuncia un nuovo portale dedicato al territorio e al suo frutto più noto, quel vermentino dal 1996 riconosciuto d’Origine Garantita.

Un recente incontro con la stampa è stata l’occasione per il Consorzio del Vermentino di Gallura per fare il punto sullo stato di salute della propria denominazione. Dalle parole della presidente Daniela Pinna sono emerse interessanti informazioni sulle prossime iniziative che avranno ad oggetto il rilancio post-pandemico dell’unica Docg italiana a base vermentino.

Tra queste il prossimo lancio di una piattaforma web che darà spazio a tutte le cantine galluresi, dove enoturisti e amanti dei viaggi potranno scoprire un mondo fatto di antiche tradizioni, storia e bellezze naturali. “Non si tratta di uno strumento di promozione delle singole cantine – dichiara la presidente–, ma di una vera e propria finestra per porre in evidenza le caratteristiche del territorio e l’attività di ogni produttore in ambito enoturistico. Si rivolge al lato commerciale come agli appassionati e ai visitatori, importanti non solo nel periodo estivo, offrendo loro una panoramica delle attività e dell’offerta della rete del Consorzio”. “Lavorare alla sua creazione è stata un’esperienza determinante – gli fa eco il fotografo Giuseppe Ortuper constatare la diversità che ogni azienda porta con sé e la vastità del territorio unito sotto il segno del Vermentino”.

Non mancheranno, poi, gli eventi come “Benvenuto Vermentino”, la cui ultima edizione si è svolta in versione digitale, che secondo le indicazioni odierne si dovrebbe tenere nel mese di ottobre. “Abbiamo scelto una strada precisa invece di omologarci -conclude Pinna – siamo sicuri che la chiave per il successo nei prossimi anni sarà la valorizzazione delle proprie specificità. E noi possiamo contare su vini che hanno caratteristiche uniche, irripetibili in altri territori”.

 

Consigliati