Antonio Emaldi confermato presidente AssoDistil

di redazione

Le prime dichiarazioni del neopresidente hanno tracciato le linee di sviluppo futuro degli spirits nazionali.

L’assemblea generale di AssoDistil ha confermato all’unanimità Antonio Emaldi alla presidenza, che guiderà così per il prossimo triennio l’associazione nazionale industriali distillatori di alcoli e acquaviti. “Le sfide che ci aspettano – ha detto il presidente Antonio Emaldi saranno impegnative e andranno gestite, prestando attenzione ai mutamenti economici e ai comportamenti sociali, ponendo la lotta al cambiamento climatico tra i nostri obiettivi primari

Continuando nella sua analisi sul momento attuale, il neopresidente ha inoltre dichiarato “Fino ad oggi le distillerie, a causa dell’emergenza sanitaria, hanno concentrato gli sforzi nel garantire la continuità del business. Da domani occorre fare di più, a partire dall’applicazione delle linee guida dettate dall’Agenda 2030, riprese poi dal Governo Draghi: dalla digitalizzazione alla transizione ecologica per arrivare all’applicazione di modelli di sostenibilità e alla valorizzazione delle attività tradizionali e del Made in Italy. Le distillerie italiane – ha continuati Emaldi – hanno fatto della “resilienza” un vero e proprio principio esistenziale. Tutto questo continuando ad investire nelle imprese molto di più della media nazionale. Conoscendo l’attitudine al costante miglioramento e la capacità dei nostri imprenditori di adattarsi a situazioni complesse, non posso che essere ottimista nel guardare al futuro e la nostra AssoDistil sarà sempre al loro fianco per accompagnarli verso una crescita sostenibile”.