Cantine e ristoranti della Valtellina chiamano a raccolta i wine lover

di redazione

Con Mangiar per vigne il territorio lombardo propone un nuovo modello di enoturismo in vista delle Olimpiadi del 2026.

Mettere al centro il territorio e la montagna, investire sulle bellezze paesaggistiche raccontando l’unicità dei terrazzamenti come modello di design strategico. Questi i capisaldi di ‘Mangiar per vigne’, momento ideato dal Consorzio Valtellina in collaborazione con la locale Strada del vino e dei sapori per attrarre un turismo desideroso di aria aperta e natura.

L’evento, in programma il prossimo 19 giugno, sarà utile per generare una virtuosa cooperazione tra il mondo del vino e della ristorazione, per offrire ai viaggiatori un nuovo modello di accoglienza, capace di guardare al prossimo appuntamento delle Olimpiadi, che nel 2026 vedranno la Valtellina protagonista del programma di gare.

Consigliati