Siglata l’intesa tra AssoBio ed ISMEA

di redazione

Nasce un nuovo polo di informazioni nel comparto bio volto a condividere il reciproco patrimonio di conoscenza, da divulgare tramite eventi e seminari.

Assobio e Ismea hanno firmato un protocollo d’intesa finalizzato a promuovere la conoscenza del settore biologico tra i consumatori e gli operatori di mercato, attraverso la diffusione di dati e informazioni riguardanti, in particolare, l’agroalimentare, la cosmetica e la zootecnia. L’accordo, sottoscritto dai presidenti Roberto Zanoni per AssoBio ed Enrico Corali per Ismea, rimarrà in vigore per tutto il 2022 e contempla lo svolgimento di studi, indagini e analisi sul settore, accompagnati da eventi e seminari volti a valorizzare e presentare le attività e i risultati conseguiti dalle due entità nel loro impegno congiunto.

Il protocollo prevede che i due soggetti mettano reciprocamente a disposizione le informazioni di settore, del proprio network e il know how sui comparti di interesse, favorendo le più ampie convergenze e sinergie, attraverso lo scambio reciproco di dati e informazioni sull’attività istituzionale, tipica dei propri ambiti di competenza. Dall’altro, Ismea si presterà a diffondere dati e analisi delle filiere biologiche o delle loro singole fasi e a fornire ad AssoBio materiale ed evidenze che si renderanno disponibili nel settore.

La ricerca di collaborazioni interistituzionali e del confronto con organizzazioni, enti e organismi che perseguano finalità convergenti con le nostre è uno dei mandati istitutivi di Assobio: in questo senso, l’intesa con un ente autorevole come Ismea consolida il ruolo dell’Associazione come polo attrattore di informazioni decisive sul biologico – osserva Zanoni -. Il settore vivrà una fase di crescita senza precedenti in Europa nel prossimo decennio, favorita dalla strategia Fark to fork della Commissione europea. Disporre in modo organico e integrato di dati e informazioni raccolti dai più ascoltati osservatori a livello nazionale è diventata una necessità vitale: AssoBio si impegna a valorizzare questo prezioso patrimonio di know-how, talvolta disperso in mille rivoli e a integrarlo sempre più nelle proprie attività istituzionali, a supporto dei nostri associati, di oculate scelte di investimento e della competitività del sistema-Paese nell’intero comparto agroalimentare“.