Vinum, dagli scarti della Lacrima di Morro d’Alba integratori e cosmetici

di redazione

Presentato al Green Loop Festival un progetto di economia circolare che coinvolge la piccola Doc marchigiana.

Trasformare vinacce e fecce della Doc Lacrima di Morro d’Alba in cosmetici ed integratori alimentari. Questo l’obiettivo di Vinum, progetto elaborato dal Comune di Morro d’Alba in collaborazione con l’Università di Camerino e presentato nel corso della seconda giornata del Green Loop Festival, evento dedicato all’economia circolare svoltosi nella piccola cittadina marchigiana.

Il progetto – spiega Enrico Ciarimboli, sindaco di Morro d’Alba – punta anche ad allargare il mercato della Lacrima facendone un vero e proprio brand e non solo una Doc. Significa allargare produzioni e commercializzazioni dei prodotti derivati dal vino prodotto in queste campagne, sostenendo l’economia del territorio”.

Consigliati