L’Asti Martini dal 2021 sarà completamente sostenibile

di redazione

Si completerà entro la prossima vendemmia la certificazione Equalitas di tutti i fornitori di moscato bianco per la storica azienda, che festeggia i 150 anni dalle prime bottiglie dello spumante astigiano.

Martini, brand leader nella produzione di spumanti e vermouth italiani di proprietà del Gruppo Bacardi, ha annunciato che tutti i suoi fornitori di uve di moscato bianco destinate alla produzione di Asti Docg saranno certificati secondo lo standard Equalitas a partire dalla prossima vendemmia. Si chiude così un percorso che aveva già visto la cantina di Santo Stefano Belbo, dalla quale proviene un terzo del mosto d’uva utilizzato per la produzione dell’Asti targato Martini, ottenere nei mesi passati la suddetta certificazione. L’annuncio giunge peraltro nell’anno in cui l’azienda festeggia il centocinquantesimo anniversario delle prime bottiglie di “Moscato spumante d’Asti”, prodotte nel lontano 1871.

Decisione questa in linea con la visione che da lungo tempo guida le scelte della Martini, che già nel 1987, istituì un Osservatorio dedicato alle pratiche sostenibili. Ubicato nel cuore del Piemonte e guidato da un agronomo esperto nella coltivazione dei vigneti, l’osservatorio ha permesso di introdurre svariate pratiche a basso impatto ambientale: dalla consulenza sui metodi naturali per gestire i parassiti fino alla viticoltura integrata, tutto con un occhio sempre attento all’equilibrio di ciò che viene coltivato nei microclimi della zona dell’Asti.

Esiste un legame profondo che unisce Martini, la terra e le persone, che costituisce le fondamenta per produrre un vino di qualità – afferma Giorgio Castagnotti, direttore del centro operativo Martini di Pessione -. Abbiamo lavorato a stretto contatto con le comunità di viticoltori che da generazioni coltivano le migliori uve Moscato nelle nostre splendide colline e vogliamo continuare a farlo per le generazioni a venire. Per noi è sempre stato importante supportare i viticoltori anche attraverso le nostre iniziative di sostenibilità.”

Gli fa eco Victoria Morris, global vp Martini, secondo la quale “Essere un’azienda familiare fa davvero la differenza nel modo in cui Bacardi affronta la sostenibilità. Siamo impegnati a fare la cosa giusta per l’ambiente, per i nostri fornitori e per le loro comunità. Sono incredibilmente orgogliosa di Giorgio e del suo team. Sono maestri del loro settore e hanno raggiunto un nuovo traguardo nella lunga storia di Martini. È il modo perfetto per brindare ai 150 anni del Martini Asti”.

Consigliati