Barolo en primeur, 15 barrique all’insegna della solidarietà

di Carlo Spagnolo

Al castello di Grinzane una grande gara di beneficenza per progetti di utilità sociale.

Sabato 30 ottobre avrà luogo “Barolo en primeur”, un’asta benefica nel corso della quale saranno battute 15 barrique di Barolo ancora in affinamento e il cui ricavato servirà a sostenere progetti di utilità sociale. Sarà il castello di Grinzane Cavour ad ospitare l’evento, che conta sulla collaborazione della casa d’aste Christie’s e di Antonio Galloni, tra i più celebri critici enologici al mondo. Le circa 300 bottiglie ottenute da ogni barrique saranno, inoltre, numerate e contrassegnate da un’etichetta creata ad hoc dall’artista italiano di fama internazionale Giuseppe Penone.

Si tratta di un evento storico per il Barolo, ma allo stesso tempo è un segnale per tutto il settore enologico italiano, già da tempo impegnato nel proporre le proprie eccellenze, ma per la prima volta in questa esclusiva modalità”, commenta Matteo Ascheri, presidente del Consorzio del Barolo, cui fa eco Antonio Galloni, secondo cui “L’evento offre ai collezionisti un’opportunità senza precedenti di poter partecipare a un’iniziativa filantropica di grande rilevanza e beneficiare di una barrique di un Barolo dell’annata 2020, ottenuto da una specifica particella all’interno di un vigneto storico. Gli offerenti dovrebbero essere incoraggiati dalla rarità dei vini, dalle opere d’arte appositamente commissionate e dalle cause di beneficenza. Tutto ciò concorre a rendere questa iniziativa davvero speciale”.

Consigliati