Valpolicella, grande attesa per una vendemmia eccellente

di redazione

Nel 2021 cresce l’imbottigliato di tutte le Denominazioni tutelate, con l’Amarone che registra un +20% rispetto al 2020.

La Valpolicella si prepara a una raccolta delle uve che oggi si presentano sane e quantitativamente nella media, in un contesto commerciale che promette di chiudersi positivamente, grazie ad un imbottigliato cresciuto nei primi 8 mesi dell’anno del 10% per il Valpolicella (Superiore incluso), del 17,8% per il Ripasso e del 29% sull’Amarone rispetto al 2020.

Il merito di un’annata definita eccellente è di un andamento climatico favorevole, che ha permesso di recuperare il ritardo fenologico iniziale grazie ad un agosto caldo e asciutto e ad un’ottimale escursione termica giornaliera. Come spiega il presidente del Consorzio, Christian Marchesini, “le curve di maturazione dell’uva, realizzate dal Consorzio non lasciano dubbi: le analisi mostrano gradazioni zuccherine ottimali, con medie superiori agli scorsi anni e già oltre i requisiti minimi, bilanciate inoltre da dotazioni acidiche, eccellenti, con ottimi tenori di acido malico e tartarico. Non ultimi, anche gli antociani si rivelano abbondanti e con una buona estraibilità, lasciando pregustare calici con colorazioni molto intense, oltre che di elegante profilo”.

Consigliati