In un libro la secolare storia della Durella

di redazione

Presentata la più importante ricerca su un vitigno che vanta un antico legame con le colline a ovest di Vicenza.

Il Consorzio Lessini Durello ha presentato il libro “Il Durello dei Monti Lessini: identità e carattere di un autentico autoctono“, che, nelle sue trecento pagine, declina i più importanti aspetti della durella e i fattori che ne determinano l’unicità.

Il lavoro nasce dalla comparazione tra alcune degustazioni dei vini prodotti in zona effettuate venti anni fa con una effettuata di recente. Risultando diversi sia l’acidità sia i profili aromatici, il Consorzio ha voluto indagarne le ragioni, contattando in primis Luigi Mariani, noto agrometereologo che ha dato molte informazioni sulla risposta della durella ai cambiamenti climatici. A essere coinvolti anche molti ricercatori, che hanno esplorato ogni aspetto di quest’uva, dalla sua storicità, alla resilienza ambientale, alle origini genetiche. Nelle trecento pagine del volume non manca, inoltre, uno spazio dedicato alle altre varietà autoctone del territorio.

La durella è presente nel territorio dei Monti Lessini da sempre – dice Paolo Fiorini, presidente del Consorzio – e il suo legame con la popolazione è innegabile. Questo studio rappresenta un patrimonio unico per tutti i produttori della denominazione, in un momento in cui la richiesta del Lessini Durello si sta facendo sempre più importanti. Sarà uno strumento utile per promuovere ancora di più questo vino eccezionale e una prova concreta del grande potenziale spumantistico di questo areale”.

Consigliati