Fondazione Banfi e Gabriele Gorelli insieme per l’estero

di Giambattista Marchetto

Il primo MW italiano entra nella faculty della Fondazione con il compito di sviluppare l’internazionalizzazione dei progetti firmati Banfi.

La Fondazione Banfi accoglie Gabriele Gorelli, primo Master of Wine italiano, nella propria faculty con il ruolo di Faculty Worldwide Ambassador.

L’incontro tra il mondo Banfi e Gabriele Gorelli nasce molti anni fa, nella sua vita precedente di attento uomo di marketing e di raffinato grafico pubblicitario – rimarca Rodolfo Maralli, presidente della Fondazione Banfi – ed è continuato nel tempo, consolidandosi e arricchendosi di nuove esperienze. Accoglierlo nella Fondazione Banfi per accrescere, valorizzare e promuovere i nostri progetti culturali, ci è sembrato, dunque, un degno coronamento di un rapporto sempre fondato sulla fiducia, sulla stima personale e sulla reciproca crescita professionale”.

Gabriele Gorelli fornirà il proprio contributo partecipando ai lavori della Faculty e conducendo attività finalizzate all’affermazione internazionale dei suoi progetti. “Essere un’eccellenza oggi non è abbastanza. È l’unicità a fare la differenza – dichiara Gorelli – e considero un privilegio poter avere un ruolo in Fondazione Banfi. I valori in cui credo e che mi hanno motivato a studiare per tutti questi anni si ritrovano nel DNA della Fondazione. Ricerca, valorizzazione e diffusione della conoscenza con radici ben salde sul territorio, ma piglio internazionale e consapevolezza globale”.