Soddisfazione per la vendemmia nel Monferrato

di redazione

Cambiamenti climatici e irrigazione al centro delle riflessioni del presidente Filippo Mobrici.

Una vendemmia più bassa nei numeri, ma di grande profilo qualitativo” è questo il giudizio del Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato riguardo alla vendemmia appena conclusa. L’analisi rileva uno stato sanitario delle uve soddisfacente, con grappoli sani e ottimo bilanciamento tra acidità e tenore alcolico che, nelle parole di Filippo Mobrici, presidente del Consorzio annuncia “Una qualità eccellente che ci lascia prevedere un’evoluzione in cantina di alto livello, in linea con quella degli ultimi anni”.

Riguardo al futuro Mobrici mette in guardia dai cambiamenti climatici “sempre più percepibili, in particolare in agricoltura, e questo deve portarci a riflettere sul tema delle irrigazioni in vigna. Si tratta di una sfida importante che dovrà essere meditata e accolta dalle istituzioni. I rischi che le siccità possono generare su tutte le nostre colture sono allarmanti e, inoltre, diverse tendenze di mercato anticipano un consumo di vini dalla gradazione più contenuta”.

Consigliati