Nuovi finanziamenti di Crédit Agricole per i vignaioli del Gallo Nero

di redazione

Il Consorzio di tutela e l’istituto bancario attivano il pegno rotativo a favore delle aziende chiantigiane.

Crédit Agricole Italia ha siglato un accordo con il Consorzio Chianti Classico che consentirà alle imprese del settore vitivinicolo di attivare il Pegno Rotativo. L’intesa, sottoscritta da Giovanni Manetti, presidente del Consorzio Chianti Classico, e Massimo Cerbai, responsabile della direzione regionale di Crédit Agricole Italia, prevede la possibilità di concedere un credito in base ai valori di mercato del vino in giacenza, previa certificazione di sussistenza. Nello specifico, la facilitazione consiste in un’apertura di credito, utilizzabile in una o più soluzioni, a fronte della contestuale costituzione in pegno di vino Chianti Classico Docg.

Siamo felici dell’accordo con il Consorzio Chianti Classico, una grande eccellenza italiana. Desideriamo continuare ad essere un partner di riferimento per le aziende del settore vitivinicolo grazie alla nostra esperienza e capacità di accompagnare i clienti con tutti gli strumenti a disposizione” dichiara Massimo Cerbai.

“Il Consorzio Vino Chianti Classico prosegue nell’impegno di fornire sostegno alle aziende socie e di offrire strumenti diversificati di accesso al credito – afferma Giovanni Manetti – Pur avendo dimostrato una buona tenuta nel 2020, e andando verso la fine del 2021 in maniera più che positiva, la nostra denominazione e il settore vinicolo in generale possono beneficiare dallo studio di strumenti finanziari ad hoc. Questi, infatti, possono essere uno stimolo per gli investimenti di cui il settore vitivinicolo di qualità necessita costantemente, per accrescere la competitività delle nostre aziende su un mercato fortemente concorrenziale”.

Consigliati