Etichetta a china per il Groppello di Sincette

di Elena Morganti

Degustazione della referenza monovitigno dell’azienda di Polpenazze del Garda, la prima certificata Demeter in Lombardia.

Edizione speciale per il Riviera del Garda Classico Groppello Doc di Sincette, l’azienda di proprietà della famiglia Brunori a Polpenazze del Garda (Brescia). La referenza ottenuta da questa varietà autoctona gardesana ha infatti la bottiglia “vestita” da un’etichetta che riproduce le illustrazioni originali di Jean Blanchaert, noto gallerista e critico d’arte specializzato nel disegno a china.

DAL TERRITORIO ALLA BIODINAMICA

La storia di Sincette inizia nel 1979 con Giovanni Battista Brunori e il figlio Ruggero, spinti dal desiderio di produrre grandi vini e di estrapolare il meglio dal territorio. Negli anni Ottanta, dopo l’incontro con l’enologo Giorgio Grai, viene realizzata la cantina interrata e i vini si affermano nel circuito della ristorazione gourmet.

Nel 1992 l’azienda cresce con l’arrivo di Andrea Salvetti, già parte della famiglia. Prendendo ispirazione dai metodi della viticoltura transalpina, Salvetti avvia una ristrutturazione aziendale orientata al rispetto delle condizioni naturali e del paesaggio. Con l’enologo Franco Bernabei vengono reimpostati i cicli e con l’agronomo Stefano Chioccoli si ristrutturano i vigneti. Nel 1997 inizia l’avvicinamento al metodo biodinamico grazie all’incontro con il pioniere francese Jacques Mell, che accompagna l’azienda lungo un percorso culturale e metodologico.

Nel 2014 inizia la collaborazione con l’enologo Luca D’Attoma, con il quale si sviluppa un percorso anche fuori dall’Italia. Nel 2019 si cominciano a utilizzare le anfore in terracotta e le barrique per la fermentazione e l’affinamento del Chiaretto.

UNA CASCINA MULTICOLTURA

Oggi Sincette è un’azienda completamente certificata Demeter – la prima in Lombardia – dal seminativo fino a vigneti e oliveti. La Cascina ha una superficie complessiva di 35 ettari: 11 a vigneto, 5 a oliveto, il resto a seminativo a rotazione di erba medica, frumento e orzo. I vitigni presenti, esclusivamente rossi, sono groppello gentile, marzemino, barbera, merlot, cabernet sauvignon e cabernet franc. I vigneti godono tutti di favorevole esposizione, sono ben ventilati e allevati a guyot semplice (un unico tralcio a frutto), con rese di uva non stressanti per le piante e vendemmia manuale. I vini di Sincette sono vini di territorio che nascono dall’incontro tra i vitigni autoctoni e le tradizioni della Valtènesi con la filosofia biodinamica e il senso per l’innovazione dell’azienda.

IL GROPPELLO

Situati in località Picedo nel comune di Polpenazze del Garda, i vigneti superano di poco una superficie di tre ettari su suoli sono di origine morenica, prevalentemente sabbiosi e calcarei. La densità di impianto è di 6.500 ceppi per ettaro, allevati a Guyot semplice e con una resa di 70 q/ha. La vendemmia viene eseguita a mano.

Dopo diraspatura e pigiatura soffice, le uve vengono poste in vasche di cemento, dove inizia la fermentazione alcolica senza l’impiego di lieviti selezionati. Dopo una macerazione di 8-10 giorni il vino viene separato dalle bucce e travasato in anfore per terminare una lenta fermentazione naturale. Dopo aver riposato 3-4 mesi, il vino viene imbottigliato.

NOTE DI DEGUSTAZIONE

Rosso purpureo intenso nel calice, al naso è uno sciroppo di amarena, con gradevoli note di carcadè. Il palato è fresco e succoso, dal tannino morbido che ricorda la buccia dell’uva tra i denti, con sfumature erbacee di foglie di tè e un finale asciutto. Perfetto in abbinamento a un primo piatto con sugo di carne, anche un ragù di cortile, di quelli che lasciano la bocca un po’ unta.