Autorizzazioni agli impianti, slittano le scadenze

di redazione

Positiva la reazione del sottosegretario Centinaio alla notizia della pubblicazione della proroga sulla Gazzetta Europea.

Attesa da molti, è finalmente arrivata l’ufficialità della proroga al 31 dicembre 2021 della validità delle autorizzazioni di nuovi impianti o di reimpianti viticoli in scadenza nel 2020, e la proroga al 31 dicembre 2022 per tutte le autorizzazioni di nuovi impianti o reimpianti che scadono nel 2020 o nel 2021. A sancirla la pubblicazione del relativo decreto nella Gazzetta Ufficiale Europea, che cristallizza l’accordo trovato lo scorso luglio tra Parlamento Europeo, Commissione e Consiglio nel quadro del negoziato per la nuova PAC.

Da Bruxelles il passaggio conclusivo per la proroga delle autorizzazioni di nuovi impianti o reimpianti viticoli, provvedimento atteso dal settore e che nei mesi scorsi è stato fra i primi dossier alla mia attenzione”, questo il primo commento del sottosegretario all’agricoltura, con delega al vino, Gian Marco Centinaio, che prosegue ricordando come tale atto rappresenti “Una riposta agli operatori che si sono trovati ad affrontare le conseguenze della pandemia e l’incertezza economica dei mesi scorsi. Resta costante il mio impegno – conclude – per mettere i produttori nella condizione di poter programmare e svolgere il loro lavoro in serenità”.