Roma è Città del Vino

di redazione

La città eterna entra nel novero dei borghi a vocazione enoturistica guidati da Angelo Radica.

È stata ufficializzato in Campidoglio l’ingresso di Roma nell’Associazione nazionale Città del Vino, passo che secondo l’assessore all’agricoltura capitolino, Sabrina Alfonsi, “è, dopo l’adesione alle Città dell’Olio, la naturale continuazione del percorso di sviluppo della food policy della nostra città”. Crediamo che l’associazione sarà uno strumento in più per sostenere, promuovere e valorizzazione il vino del nostro territorio. E con esso il movimento dell’enogastronomia e dell’enoturismo. Un settore che oltre a un’importante valenza economica ha la capacità di valorizzare il paesaggio e recuperare aree rurali urbane e periurbane utili e riconnettere centro e campagna”.

L’ingresso di Roma – ha affermato il presidente delle Città del Vino, Angelo Radicaè un passaggio importante per la storia e l’evoluzione della nostra Associazione. La capitale, con i suoi vigneti e le sue produzioni di qualità, può arricchire e sviluppare la visione e i progetti che portiamo avanti da anni”.

Durante la cerimonia è stata presentata anche la XX edizione del Concorso enologico internazionale Città del Vino. Ci sarà dal 19 al 22 maggio in programma a Priocca (Cuneo) le commissioni d’assaggio.

Consigliati