La svolta di Petra. Cabernet Franc nel blend 2018

di Andrea Guolo

Si aggiunge, con una quota del 12%, a Cabernet Sauvignon e Merlot. L’enologo Beppe Caviola: “Abbiamo reso più seducente il vino”.

L’annata 2018 segna una svolta nel cammino di Petra. L’etichetta più rappresentativa e prestigiosa dell’omonima cantina toscana del gruppo Terra Moretti ha cambiato blend, inserendo il Cabernet Franc (12%) in aggiunta a Cabernet Sauvignon (60%) e Merlot (28%).

Il Cabernet Franc è un vitigno che regala vini eccellenti, dotati di grande equilibrio e bevibilità, quindi in linea con la nostra idea di vino”, afferma Beppe Caviola, enologo dell’azienda, presentando la nuova annata. “Ritengo che in questa percentuale, vada a completare il vino Petra rendendolo più seducente”.

“Da 25 anni – aggiunge Francesca Moretti, enologa e titolare di Petra – il nostro metodo di produzione è rigorosamente teso alla difesa della connotazione territoriale di ogni bottiglia. Petra è la nostra espressione più pura, si rinnova di anno in anno, portando con sé le caratteristiche dell’annata e la specifica identità agronomica dei due diversi micro-terroir da cui provengono le uve, suoli calcarei, ricchi di ferro, sodio, magnesio e microelementi, uniti allo strato di argilla profonda”.

Consigliati