Fine wines, il segreto è nell’argilla

di Carlo Spagnolo