Fine wines, mercato a +18.2% nei 12 mesi

di redazione

Secondo l’osservatorio di eWibe crescita in controtendenza rispetto ai principali indici finanziari. Top performance per Giulio Ferrari Riserva del Fondatore Ferrari 2008 (+71,6%). Tra le regioni la Borgogna cresce del 43%.

Decolla il mercato dei vini pregiati: da inizio 2022 ha registrato una crescita pari al + 12,1%, che sale al +18,2% negli ultimi dodici mesi. Dati in controtendenza con i principali indici del mercato finanziario, che hanno registrato dinamiche negative da inizio anno: S&P500 (-14,7%), Nasdaq (-27,1 %), FSTE MIB (-10,2%), oltre a Bitcoin (-62,9%) e Oro (-3,8%).

I dati sono quelli dell’indagine di settore dell’osservatorio di eWibe, il live market dei vini pregiati, che fotografa le principali tendenze in atto sul mercato dei vini da investimento.

LE ETICHETTE E LE REGIONI PIÙ PERFORMANTI
A livello di performance, le etichette che hanno incrementato maggiormente il proprio valore negli ultimi 12 mesi sono Giulio Ferrari Riserva del Fondatore Ferrari 2008 con +71,6%, Belle Epoque Perrier Jouet, 2011 con +46% e Monprivato, Giuseppe Mascarello, 2012 con +44.2%.

A riscontrare invece il maggiore interesse a novembre per visualizzazioni, click e ricerche, sono state Belle Epoque Perrier Jouet 2012, Bolgheri Sassicaia Tenuta San Guido 2019 – che è anche la cantina con maggiore successo di vendite a novembre – Barolo Bartolo Mascarello 2018. Quelle che nello stesso mese hanno riscosso maggiore successo in termini di vendite sono Sassicaia 2019, Bartolo Mascarello 2016 e Giulio Ferrari Riserva del Fondatore 2008. Infine, la bottiglia dal valore più alto transata sulla piattaforma a novembre è Domaine de la Romanée-Conti La Tache 2016 (6.610 €).

Tra le regioni che hanno registrato la crescita maggiore da inizio anno ci sono Borgogna (+43%), Champagne (+31%), Toscana (+20%, che però a novembre ha il rendimento più alto con un +0,18%).

LA RICERCA
Nel dettaglio, eWibe ha definito quattro indici che sintetizzano il valore di un paniere di vini iconici delle ultime dieci annate, quelle a maggior potenziale in termini di investimento, monitorandone la performance di mercato.
eWibe Market: indice di mercato che include tutte le principali etichette da investimento dei Paesi più rappresentativi del settore: Italia e Francia.
– Indici per Paese: principali etichette da investimento suddivise tra Italia e Francia.
– Indici per regione: Champagne, Bordeaux, Burgundy, Toscana, Piemonte.
– Indici per performance: eWibe25, eWibe50, eWibe100, rappresentano i 25, 50 e 100 vini più iconici e scambiati sul mercato di riferimento.

LE MIGLIORI CANTINE DI FINE WINES
La classifica “Live-ex Power 100”, che ogni anno premia le migliori cantine di fine wines inserendole in uno speciale elenco selezionato, vede a novembre in testa la Borgogna con 39 vini (+6 rispetto al 2021), mentre Bordeaux con 25 etichette (-5) e Italia 12 (-2) hanno perso terreno rispetto al 2021.

Consigliati