Arnaldo Caprai e la “fede” nel sagrantino

di Stefano Schettini