Un “treno del vino” diretto da Londra a Bordeaux

di redazione

Lo annuncia HS1, società che gestisce la tratta ferroviaria del tunnel della Manica. Un’alternativa per raggiungere i vigneti francesi con mezzi a bassa emissione di carbonio.

Buone notizie per gli amanti del vino britannici che viaggiano in treno. HS1, la società che gestisce la tratta della linea ferroviaria del tunnel sotto la Manica per la parte della Gran Bretagna, sta pianificando di aprire entro il 2026 una nuova linea diretta da Londra ai vigneti di Bordeaux.

Secondo quanto annunciato dal Sunday Times, il progetto mira a offrire ai viaggiatori alternative a basse emissioni di carbonio rispetto ai voli a corto raggio. Addirittura, le emissioni sarebbero del 92% inferiori.

Esiste già una linea ad alta velocità da Parigi a Bordeaux, che impiega poco più di due ore, ma con scalo e cambio a Parigi.

Contattato da The Drinks Business, un portavoce di HS1 ha affermato che “il progetto risponde a una forte domanda di viaggi tra il Regno Unito e Bordeaux. Crediamo che una linea ferroviaria ad alta velocità diretta aiuterebbe il mercato a crescere ulteriormente”. Prematuro parlare però di costi e tempistiche esatte.

POSSIBILI COMPLICAZIONI
Eventuali ostacoli sarebbero soprattutto conseguenze della Brexit poiché i nuovi controlli alle frontiere dopo l’uscita del Regno Unito dall’UE hanno aumentato i tempi di viaggio e ridotto del 30% la capacità massima della stazione londinese di St. Pancras International. Una situazione che potrebbe ulteriormente complicarsi con l’introduzione da parte dell’UE del sistema di ingresso-uscita biometrico automatizzato per i viaggiatori provenienti da paesi terzi che entrano o escono dall’Unione Europea, cosa che allungherebbe le operazioni di circa un minuto e mezzo a persona.

PROGETTO AD AMPIO RAGGIO
Stando al Sunday Times, il nuovo treno del vino fa parte di un progetto più ampio che mira a rendere il trasporto su rotaia più appetitoso per gli operatori ferroviari europei come Eurostar, la francese SNCF e la spagnola Renfe, e aumentare la portata della linea esistente, attualmente utilizzata al 50% della capacità, con solo cinque destinazioni europee raggiungibili da Londra: Parigi, Amsterdam, Bruxelles, Lille e Rotterdam.
Il collegamento con Bordeaux è solo uno dei possibili. Altri includono Ginevra, per sfruttare il traffico sciistico, Francoforte e Colonia, con Marsiglia e Tolosa in fase di lancio entro il 2030. Milano è un’altra potenziale destinazione, ma ciò sarà possibile solo dopo che sarà completato il collegamento ferroviario ad alta velocità tra Lione e Torino, compreso un tunnel di 35 metri sotto le Alpi.