Brunello di Montalcino sbanca nelle wine list statunitensi

di Carlo Spagnolo

Diciassette cantine – e oltre 12mila referenze – fanno della Denominazione toscana la più presente nelle carte dei vini a stelle e strisce.

Secondo Top 150 Italian wines in American Restaurants, la classifica realizzata da wine2wine-Vinitaly in collaborazione con Somm.ai, il Brunello di Montalcino è il rosso italiano più presente nella ristorazione a stelle e strisce. Dopo aver analizzato il posizionamento di 150 vini tricolori nelle wine list dei ristoranti statunitensi, il database ha inserito nella sua classifica ben 17 cantine ilcinesi, presenti con 12.228 referenze in carta e capaci di spuntare prezzi che oscillano dai 90 ai 1.213 dollari a bottiglia: Altesino, Argiano, Camigliano, Canalicchio di Sopra, Casanova di Neri, Castelgiocondo, Castello Banfi, Castiglion del Bosco, Ciacci Piccolomini d’Aragona, Il Poggione, Pian Delle Vigne, Pieve Santa Restituta, Tenuta Caparzo, Tenuta Col d’Orcia, Valdicava, Tenuta Greppo, Tenute Silvio Nardi.

Un risultato significativo, che conferma il particolare legame tra Brunello e Stati Uniti d’America, che l’Osservatorio prezzi del Consorzio guidato da Fabrizio Bindocci indica come il primo mercato estero per la Docg toscana, con una quota di circa il 30% delle vendite oltreconfine e una crescita tendenziale a valore a fine 2022 del 29%.

Consigliati