Consorzio Conegliano Valdobbiadene fa formazione in UK

di redazione

Il 8 e 9 ottobre, il Consorzio di tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG sarà nel Regno Unito per una due giorni di formazione dedicata ai produttori locali.

Il Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg prosegue il percorso di approfondimento delle tematiche legate alla Denominazione e il 9 e il 10 ottobre torna nel Regno Unito per una due giorni di formazione rivolta a produttori locali, studenti, stampa e operatori.

L’attenzione sarà puntata suoi valori identitari del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg espressi attraverso il suo territorio e le sue selezioni enologiche.

Anche nel 2022 il Regno Unito si è confermato la prima destinazione dell’export del Conegliano Valdobbiadene in volume e in valore raggiungendo circa 56 milioni di euro, con un incremento rispetto al 2021 del +11,3% in valore e del +7% in volume.

Si parte il 9 ottobre con una masterclass organizzata al Plumpton College – Wine Department con relatore il direttore del Consorzio Diego Tomasi, accompagnato dalla Master of Wine Sarah Abbott e da due produttori della Denominazione.

Focus sui diversi terroir che caratterizzano la zona del Conegliano Valdobbiadene, attraverso un confronto tra i vini in degustazione sulla base di diversi residui zuccherini, oltre all’illustrazione del metodo Charmat e della tipologia Sui Lieviti.

Il giorno successivo, nella cornice dell’Icetank di Londra, 15 produttori della Denominazione parteciperanno al walk around tasting, un momento che segna il ritorno nel Regno Unito delle aziende del Conegliano Valdobbiadene.

I professionisti e la stampa presente avranno modo di conoscere realtà tra loro diverse per dimensioni e tradizioni.

La giornata si concluderà con due masterclass tenute ancora dal direttore del Consorzio e dalla Master of Wine Sarah Abbott, che presenteranno le piccole realtà della Denominazione e il loro legame con il terroir.

Anche nel 2022 il Regno Unito si è confermato la prima destinazione dell’export del Conegliano Valdobbiadene in volume e in valore raggiungendo circa 56 milioni di euro, con un incremento rispetto al 2021 del +11,3% in valore e del +7% in volume

le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene

Siamo soddisfatti della partecipazione attiva delle nostre aziende, anche delle nuove generazioni, che si mettono a confronto con un mercato cruciale per la nostra Denominazione” dichiara la presidente del Consorzio Elvira Bortolomiol.

Ci lusinga essere stati nuovamente invitati dalla più importante università ad indirizzo enologico inglese, questo sta a significare come la nostra cultura vitivinicola, esaltata all’interno del calice, sia percepita come un faro dell’enologia internazionale – commenta il direttore del Consorzio Diego TomasiAnno dopo anno in terra anglofona si stanno allacciando nuove collaborazioni o consolidando delle altre sia in ambito scientifico, enologico come Plumpton College e International Wine Spirits Competition, sia in ambito culturale come If Opera; tali relazioni nascono e continuano sempre con lo scopo di far emergere i caratteri storici, ambientali e antropici che hanno fatto grande il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg”.

Consigliati