Agenda del vino, eventi dall’Emilia-Romagna alla Sicilia

di redazione

Dai vitigni autoctoni agli spumanti dell’Etna fino all’asta a sostegno dei cittadini alluvionati, in Italia si celebra un’altra settimana di eventi dedicata al vino.

Un’asta di vini rari e di pregio donati dalle Donne del Vino per sostenere gli alluvionati dell’Emilia Romagna: la organizza l’associazione nazionale guidata da Daniela Mastroberardino sabato 2 dicembre, alle 17 al Grand Hotel Majestic di Bologna.

In occasione del Natale, un’opportunità per acquistare bottiglie prestigiose e sostenere chi ha perso tutto.

Verranno battuti 32 lotti arrivati da tutta Italia e il ricavato sarà devoluto a Roberta Bombardini, titolare dell’omonima azienda florovivaistica a Terra del Sole, vicino al fiume Montone, andata completamente distrutta dall’alluvione della scorsa primavera.

Gli artigiani italiani del vino saranno invece i protagonisti della terza edizione di Uva Fiera in programma il 2 e 3 dicembre alla Città dell’Altra Economia a Roma.

La mostra mercato di vini ottenuti da vitigni autoctoni mette in vetrina quei vitigni che in passato sono stati per lo più considerati comprimari, ma che dimostrano tutta la loro fierezza, da cui il nome della manifestazione.

28 le aziende italiane che presenteranno le loro etichette agli appassionati e agli operatori del settore.

Un’occasione per entrare in contatto con piccole realtà, spesso poco note, che realizzano vini di eccellenza, espressione della vasta e sfaccettata produzione vinicola che corre lungo la nostra penisola.

E per accompagnare i vini, ci si può sbizzarrire tra varie proposte gastronomiche o farsi incuriosire dal pairing vermouth-cioccolato.

Sempre a Roma, e sempre il 2 e 3 dicembre, va in scena la terza edizione di Vinàmico, il festival indipendente dedicato agli amanti del food&beverage sostenibile, ospitato nel giardino del centro Brancaleone.

Vinàmico è uno spazio dove è possibile scambiare conoscenze e opinioni con i produttori che hanno fatto della sostenibilità il loro punto di forza, dalla vigna alla cantina, dalla la vite alla bottiglia, per tutelare il territorio e assicurare una produzione sana.

All’interno del festival, i banchi di assaggio offriranno una selezione di vini pregiati, affiancati da stand gastronomici, prodotti tipici realizzati con materie prime selezionate, presentazioni, workshop e musica live.

Saranno Famosi nel Vino, in programma alla stazione Leopolda di Firenze il 3 e 4 dicembre, quest’anno ospiterà per la prima volta il gin, dedicando all’antico distillato una parte da protagonista con l’iniziativa Saranno Famosi nel Gin.

Saranno Famosi nel Vino attende a Firenze gli amanti del vino e del… gin

Novità invece per la seconda edizione della passerella di cantine mergenti Saranno Famosi nel Vino, uno degli eventi  più attesi dedicati al vino, in programma alla stazione Leopolda di Firenze il 3 e 4 dicembre; quest’anno la kermesse ospiterà per la prima volta il gin, riservando all’antico distillato una parte da protagonista con l’iniziativa Saranno Famosi nel Gin.

Accanto alle giovani aziende vitivinicole e alle nuove etichette in commercio che cercano un posto al sole, un’area sarà dedicata al gin, dove sfileranno in passerella produttori e prodotti italiani che ambiscono a diventare un cult nei prossimi anni.

Per i vini, oltre 200 le etichette emergenti in rappresentanza delle principali Dop Igp italiane, con i migliori vini nazionali creati nelle ultime cinque vendemmie e le migliori cantine nate negli ultimi dieci anni, alle quali si aggiungono 40 produttori di gin italiani, selezionati da Il GINgegnere, per dare vita ad una due giorni di degustazioni, con la possibilità di assaggiare tutti i vini e tutti i gin “lisci”, accompagnate da incontri e eventi.

Prevista inoltre un’area dedicata al cibo, con corsi e cene che coinvolgono i ristoranti della città e i grandi marchi della moda.

Ma non finisce qui, perché con Wine & Florence l’evento si apre alla città: le cantine partecipanti a Saranno Famosi invieranno le bottiglie del loro vino ad alcuni ristoranti fiorentini, che li abbineranno a menù studiati per l’occasione e esporranno le bottiglie in vetrina.

Tra gli eventi legati al vino, a Catania dal 1 al 3 dicembre si celebrano gli Spumanti dell’Etna, l’evento diffuso in cui sarà possibile degustare le migliori bollicine prodotte sul vulcano più alto d’Europa, oltre ad eccellenze del territorio.

Un viaggio sensoriale, rivolto agli appassionati e non solo, il cui obiettivo principale è far conoscere diversità e peculiarità di ognuno degli spumanti metodo classico presenti.

L’edizione di quest’anno, oltre ai banchi di assaggio con le cantine, gli chef e i produttori siciliani, vedrà nascere anche un ventaglio di nuove attività con protagonisti i comunicatori e gli appassionati dei vini del vulcano.

Tra le altre novità, la cena di gala del venerdì a Palazzo Biscari, la presentazione del docufilm sugli spumanti dell’Etna (che aprirà al pubblico lo sparkling party nella serata del sabato al SAL), e il tour nei vigneti e nelle cantine che producono secondo il metodo classico etneo.

Spumanti dell’Etna si chiuderà domenica 3 dicembre al SAL con una masterclass sui rosè e con il consueto appuntamento dei banchi di assaggio.

A Catania dal 1 al 3 dicembre si celebrano gli Spumanti dell'Etna, l’evento diffuso in cui sarà possibile degustare le migliori bollicine prodotte sul vulcano più alto d’Europa, oltre ad eccellenze del territorio.

a Catania, protagonisti gli spumanti dell’Etna

La XII edizione di Life of Wine, che si terrà all’Hotel Villa Pamphili di Roma domenica 3 dicembre, con un viaggio nelle età del vino che comincerà quest’anno dalla fine degli anni ’90 ed arriverà fino ai giorni nostri. Saranno 56 le aziende provenienti da tutta Italia che porteranno in assaggio micro verticali delle loro etichette più significative, per far apprezzare al pubblico l’evoluzione in bottiglia di vini dal lungo cammino. In assaggio oltre 170 vecchie annate e oltre 200 vini da tutta Italia.

Consigliati