Cantine Aperte a Natale, un mese di brindisi e festeggiamenti

di redazione

Al via Cantine Aperte a Natale: per un mese, le aziende d’Italia socie di Movimento Turismo del Vino accolgono i visitatori con degustazioni, laboratori, visite guidate e attività per grandi e piccoli.

Arriva Cantine Aperte a Natale 2023 e, come ogni anno, porta con sé un programma di attività lungo un mese per celebrare un anno che sta per finire e dare il via alla nuova annata vitivinicola con un brindisi che unisce i produttori e i wine lovers di tutta la penisola.

Dal 1 al 31 dicembre le aziende socie di Movimento Turismo del Vino accoglieranno gli enoturisti nelle loro cantine e nelle loro vigne per festeggiare l’arrivo del Natale e l’inizio del nuovo anno.

Il tutto tra un calice di vino, degustazioni di prodotti del territorio, laboratori, visite guidate e altre attività per il divertimento di grandi e piccoli.

Quasi 80 le cantine coinvolte in varie regioni.

Ci avviciniamo alla fine di un anno davvero speciale – dichiara Nicola D’Auria, presidente del Movimento Turismo del Vinoche ha unito produttori e appassionati come mai prima d’ora, celebrando 30 anni di storia della nostra associazione e preparandoci al meglio per le nuove sfide future. Quale modo migliore di concludere un anno di festeggiamenti se non con un brindisi natalizio che abbraccia tutte le regioni? Cantine Aperte a Natale è per noi uno degli appuntamenti più entusiasmanti e siamo certi che anche questa edizione sarà un grande successo nonché un’opportunità unica per il pubblico di enoturisti di conoscere i territori, i produttori e le loro storie che rendono così speciali tutte le esperienze in vigna e in cantina, a cura della nostra associazione“.

Cantine Aperte a Natale è anche l’occasione per fare un giro tra i mercatini natalizi presenti nelle aziende: che sia una bottiglia di vino, un prodotto tradizionale del territorio o un gadget fatto a mano, ogni visitatore potrà trovare un regalo da mettere sotto l’albero.

Non mancheranno inoltre gli show cooking di ricette tipiche, degustazioni di oli evo e prodotti tradizionali, passeggiate tra botteghe di artigianato, visite culturali, musica, spettacoli, assaggi dei dolci tipici natalizi.

in occasione di Cantine Aperte a Natale i soci del Movimento Turismo del Vino Toscana usano i profumi dei dolci tradizionali per invitare i wine lovers.

cantucci e Vin Santo, tra i simboli del Natale toscano

IN TOSCANA TRA CANTUCCI E VIN SANTO
E a proposito di dolci, dopo l’odore del mosto, in occasione di Cantine Aperte a Natale i soci del Movimento Turismo del Vino Toscana usano i profumi dei dolci tradizionali per invitare i wine lovers.

Protagonista il Vin Santo, principe dei vini dolci toscani, che racconta la sua storia aprendo le porte dei luoghi dove viene prodotto fino alla degustazione e all’abbinamento.

Panforte, cantucci, cavallucci sono alcuni dei dolci della tradizione regionale che si potranno gustare nelle cantine in abbinata anche al Moscadello di Montalcino, oltre a passiti e muffe nobili prodotti in tutto il territorio vitivinicolo regionale.

Ma non ci saranno solo degustazioni: per tutto il mese di dicembre le cantine toscane propongono corsi di cucina proprio sui dolci tradizionali, laboratori creativi per bambini, cene tematiche per famiglie, per gruppi di amici e anche per aziende.

Ma anche mercatini di artigianato locale, spettacoli itineranti, musica dal vivo e street food.

Consigliati