La cooperazione cresce: 2023 positivo per Tollo e Mezzacorona

di redazione

Crescono i numeri per due rilevanti società della cooperazione vitivinicole in Italia: la trentina Mezzacorona registra un fatturato record (quasi 218 milioni, +2%), la teatina Tollo segna un +18,4% nell’export.

Continuano a crescere i numeri delle società cooperative vitivinicole in Italia, pur nel contesto di una congiuntura complessa a livello geopolitico ed economico, che sta mettendo in difficoltà anche il settore vitivinicolo.

Ne sono esempio il gruppo trentino Mezzacorona che con i 218 milioni di euro del 2023 (+2%) ha stabilito il risultato migliore di sempre a livello di fatturato, mentre la cantina abruzzese Tollo vola nell’export con un +18,4% sul 2022.

MEZZACORONA, NUMERI POSITIVI E L’IMPEGNO PER LA SOSTENIBILITÀ
Il gruppo trentino presieduto da Luca Rigotti chiude il 2023 con quasi 218 milioni di euro di fatturato (217.749.387 contro i 213.418.344 euro del 2022, +2%), frutto della sola gestione caratteristica.

Crescono società cooperative vitivinicole in Italia: Mezzacorona registra fatturato record (quasi 218 milioni),Tollo segna +18,4% export

Luca Rigotti presidente di Mezzacorona

L’utile netto è stato di quasi 1milione 450mila euro, mentre il valore del conferimento si è attestato a oltre 69 milioni di euro, a conferma di un’annata produttiva 2022 positiva. Le rese per ettaro hanno raggiunto i 19.435 euro di media, mentre il patrimonio netto consolidato sfiora i 106 milioni, in ulteriore rafforzamento rispetto ai 104,6 milioni dell’ultimo esercizio, segno della solidità patrimoniale e finanziaria del Gruppo. Più di 69 milioni di euro, invece, l’ammontare liquidato ai soci.

L’export, superiore all’80% delle vendite, registra un andamento positivo negli Stati Uniti, mercato più importante e strategico per il Gruppo, dove opera da più di trent’anni con la controllata Prestige Wine Imports Corp.

E in Germania tramite la controllata Bavaria Wein Import GmbH.

Per quanto riguarda gli altri mercati – Mezzacorona è presente in oltre 70 paesi – troviamo Olanda, Scandinavia, Regno Unito, Canada, Belgio, Europa dell’Est, Austria, Svizzera, Estremo Oriente (Giappone, Corea del Sud, Cina) ma anche mercati nuovi come l’Australia, il Sud America, i Caraibi e il Vietnam.

Tra le altre note positive del 2023, i soci del Gruppo Mezzacorona hanno ottenuto per l’ottava volta la Certificazione delle uve prodotte secondo il Sistema di Qualità Nazionale per la Produzione Integrata (SQNPI).

Una politica, quella della sostenibilità, attuata non solo in chiave ambientale ma anche economica, territoriale, sociale e culturale, come dimostra l’adesione all’associazione europea “Wine in Moderation” per un consumo responsabile del vino.

Cantina Tollo cresce del 18,4% nell’export.Oltre alla quota delle esportazioni, continua ad aumentare anche il valore del vino biologico, che registra un incremento del 6% rispetto al 2022. Il fatturato è pari a 49,9 milioni di euro, confermandosi.

Luciano Gagliardi, presidente di Cantina Tollo

TOLLO: VOLA EXPORT, BENE FATTURATO
Tra le società cooperative italiane, Cantina Tollo cresce del 18,4% nell’export, in particolar modo in Russia, Germania, Canada, Paesi Bassi e Francia.

Oltre alla quota delle esportazioni, continua ad aumentare anche il valore del vino biologico, che registra un incremento del 6% rispetto al 2022 e che rappresenta, ad oggi, il 7% della produzione totale. Il fatturato è pari a 49,9 milioni di euro, confermandosi sostanzialmente in linea con quello del 2022.

I nostri vini – dichiara Luciano Gagliardi, presidente di Cantina Tolloraccontano la bellezza e le tradizioni delle terre abruzzesi oltre i confini nazionali, racchiudendone il fascino nel calice. L’aumento della quota export ne è la prova evidente, così come lo sono i riconoscimenti ottenuti da parte della critica internazionale su prestigiose testate come James Suckling, Falstaff e Vinous”.

La cantina ha presentato anche il secondo bilancio di sostenibilità, strumento che ha lo scopo di misurare le performance in fatto di sostenibilità ambientale, economica e sociale.

In quest’ottica è stato adottato il Codice Etico, che disciplina molti aspetti della vita aziendale e introduce nuove norme di condotta individuali e collettive, con l’obiettivo di definire la qualità e la competitività sostenendone lo sviluppo nel tempo.

Consigliati