Agenda del vino, eventi dal Piemonte al Lazio

di redazione

Dal vino d’eccellenza alle produzioni artigianali fino alle degustazioni in alta quota: con il 2024 tornano in tutta Italia gli eventi dedicati ai wine lovers.

Domenica 21 gennaio dalle 10.30 alla sala polivalente Beata Cristina in Via San Michele a Calvisano (BS), nona edizione di Vino in-dipendente, la manifestazione dedicata ai vini artigianali di piccoli vignaioli che difendono l’integrità del territorio e l’etica ambientale attraverso il minor numero possibile di interventi in vigna e in cantina, l’assenza di additivi chimici nei prodotti e di manipolazioni innaturali durante le fasi di lavorazione.

Presenti all’evento più di 60 produttori vinicoli e artigiani del cibo da tutta Italia, con banchi di assaggio e food corners.

Proposta Vini, azienda di distribuzione di vini e liquori, celebra il suo quarantesimo anniversario con due eventi dedicati al mondo del vino, che si terranno a Parma nei giorni 20, 21 e 22 gennaio e che coinvolgeranno sia gli appassionati del buon bere sia gli operatori del settore horeca.

Il primo, Vini che sfidano il tempo, è in programma sabato 20 gennaio dalle 14 alle 18 a Palazzo Riserva.

L’ottocentesco salone San Paolo ospiterà un wine tansting con 36 cantine provenienti da nove regioni italiane: dal Soave all’Etna Rosso, dalla Pandataria alla Falanghina, la degustazione proporrà un viaggio tra le terre vulcaniche, i vini delle isole minori e i vini franchi, cioè provenienti da vigne originali non innestate su viti americane.

Per gli operatori del settore horeca, invece, domenica 21 e lunedì 22 gennaio ci sarà la presentazione del catalogo 2024 di Proposta Vini, negli spazi di Fiere di Parma: con oltre 3.000 vini in degustazione gratuita, presentati direttamente dai produttori, e la partecipazione di 250 cantine italiane ed estere, l’evento si propone come una panoramica completa del mondo vinicolo nazionale e internazionale.

L’area spirits vede invece la partecipazione di una quarantina di aziende.

A Prato Nevoso spazio alla settima edizione di Gusto Montagna, l’evento che celebra l'eccellenza gourmet in alta quota

settima edizione e sette chef stellati per Gusto Montagna

Da venerdì 19 gennaio a sabato 23 marzo in tre baite del comprensorio piemontese di Prato Nevoso spazio alla settima edizione di Gusto Montagna, l’evento che celebra l’eccellenza gourmet in alta quota: sette serate che vedranno protagonisti altrettanti chef stellati accompagnati da una selezione di prodotti dei brand Bosque Gin, Whitley Neill Gin e Cognac Ferrand, che si alterneranno e accompagneranno il momento aperitivo e il pairing con una portata firmata dallo chef stellato ospite.

La mixology experience sarà firmata dal team advocacy dell’azienda di importazione e distribuzione Compagnia dei Caraibi.

Primo appuntamento venerdì 19 gennaio allo Chalet il Rosso con lo chef Michelangelo Mammoliti del ristorante 2 stele Michelin La Rei Natura di Serrralunga d’Alba (Cn).

Brand protagonista della serata, Whitley Neill Gin.

Tra gli eventi de vino, domenica 21 e lunedì 22 gennaio, all’Hotel Belstay a Roma, torna invece La Sardegna di Vinodabere, l’evento che promuove la varietà e la complessità vitivinicola di una regione che è un vero e proprio piccolo continente.

Sarà possibile incontrare ai banchi di assaggio numerosi produttori sardi, in rappresentanza delle tante aree (vere e proprie sub-regioni) dove si produce vino di qualità.

Tra bianchi, rosati, rossi, vini dolci e ossidativi, si potrà godere di tutta la ricchezza enologica della Sardegna, conoscere i vignaioli e assaporare nei calici le diversità e le uguaglianze che la contraddistinguono: i territori di Alghero, Gallura, Mamoiada, Mandrolisai, Ogliastra, Oliena, Orgosolo, Oristanese, Romangia, Sulcis e sud Sardegna, alcuni dei quali diventeranno i protagonisti delle masterclass in programma domenica 21 gennaio.

a Roma, torna invece La Sardegna di Vinodabere, l'evento che promuove la varietà e la complessità vitivinicola di una regione che è un vero e proprio piccolo continente.

a La Sardegna di Vinodabere protagoniste le varietà vinicole dell’isola