Alcol, in Italia oltre 600mila minori “consumatori a rischio”

di redazione

Allarme dell’Istituto Superiore di Sanità sul consumo di alcol tra i minori. Diageo lancia nelle scuole Smashed,  campagna contro l’abuso di alcolici. Raggiunti in tre anni 4 milioni di studenti in 38 paesi.

Minori a rischio abuso di alcol in Italia. Il rapporto del 2023 (su dati 2021) dell’Osservatorio Nazionale Alcol dell’Istituto Superiore di Sanità ha mostrato che circa 1.370.000 giovani tra 11 e 25 anni hanno consumato alcol in modo rischioso.

All’interno di questo gruppo, sono stati identificati 620mila minori, di età compresa tra 11 e 17 anni, classificati come “consumatori a rischio” per i quali sarebbero necessari interventi di counseling e sensibilizzazione.

Questo in una fase in cui i dati globali sulle tendenze indicano che i tassi di consumo di alcol tra i minori in tutto il mondo stanno però diminuendo.

Secondo l’International Alliance for Responsible Drinking, il consumo tra i minori è calato di circa due terzi nei 63 Paesi in cui vengono rilevati i dati. Tuttavia, c’è ancora molto lavoro da fare.

Tra i vari player, Diageo, multinazionale inglese operante nel settore delle bevande alcoliche, e che parallelamente promuove attività educative volte a scoraggiare l’uso dannoso dell’alcol, nel 2024 rafforzerà l’attività di Smashed, il proprio programma internazionale di sensibilizzazione contro l’abuso di bevande alcoliche tra i minori lanciato nel 2020 negli istituti scolastici e che finora ha coinvolto quasi 4 milioni di studenti in 38 Paesi.

Creato in collaborazione con centri di apprendimento riconosciuti a livello mondiale, Smashed si basa su esperienze di dibattito e teatralizzazione delle tematiche così da guidare gli studenti a comprendere dati, cause e conseguenze del consumo di alcol tra i minori.

Il rapporto del 2023 (su dati 2021) dell'Osservatorio Nazionale Alcol dell'Istituto Superiore di Sanità ha mostrato che circa 1.370.000 giovani tra 11 e 25 anni hanno consumato alcol in modo rischioso

studenti impegnati nel progetto Smashed

In Italia, il progetto di Diageo – che ha già favorito un cambiamento di atteggiamento educativo e formativo in più di 5mila studenti – alla fine del 2023, a completamento del formato online, è stato implementato anche nel suo formato teatrale dal vivo e ha coinvolto 10 scuole, con l’intenzione di estenderlo ulteriormente nel 2024.

Entrambi i format raccontano la storia di un gruppo di amici che si trova nei guai a causa dell’abuso di alcol, e invitano gli studenti a riflettere e condividere le proprie opinioni ed esperienze attraverso laboratori interattivi.

Smashed viene organizzato con il supporto degli insegnanti, e offre contemporaneamente una guida online gratuita che supporta i genitori nelle conversazioni in famiglia sul consumo di alcol.

Diageo Italia è risoluta nel suo impegno a contrastare il consumo di alcol tra i minori e a ridurre al minimo i danni indotti dall’alcol nella società – dichiara Giorgio Liveriero, corporate relations director di Diageo ItaliaSiamo entusiasti di vedere la comunità degli insegnanti e degli studenti italiani accogliere con favore e dimostrare un forte interesse nei confronti di temi come il consumo di alcol e i suoi rischi sui minori. Smashed è davvero un’esperienza educativa che cambia la vita e che affronta il problema del consumo di alcol da parte dei minorenni con un pensiero positivo. Quando i giovani si trovano inevitabilmente di fronte a scelte difficili, Smashed li aiuta a prenderne una, con consapevolezza. Siamo determinati a rendere Smashed un programma nazionale, attraverso partnership diffuse, e a svolgere un ruolo cruciale nel raggiungere l’obiettivo globale di Diageo di educare 10 milioni di giovani, genitori e insegnanti sui pericoli del consumo di alcol tra i minori entro il 2030“.