Concours Mondial de Bruxelles, ad Alghero tappa vini effervescenti

di redazione

La 31esima edizione del Concours Mondial de Bruxelles, che vedrà la sessione principale in Messico dal 7 al 9 giugno, ha scelto Alghero per ospitare la sessione dedicata ai vini effervescenti.

Parla anche italiano la 31esima edizione del Concours Mondial de Bruxelles: il prestigioso concorso enologico itinerante internazionale, che quest’anno vedrà la sessione principale dedicata ai vini rossi e bianchi svolgersi nello stato del Guanajuato in Messico dal 7 al 9 giugno, ha scelto la città di Alghero per ospitare la sessione dedicata ai vini effervescenti, con le degustazioni che si terranno dal 3 al 5 luglio.

In tutto sono 4 le sessioni che compongono la manifestazione, ognuna assegnata a un paese diverso: vini rossi e bianchi (Messico, 7-9 giugno), vini rosati (Croazia, 20-22 marzo), vini effervescenti (Italia, 3-5 luglio), vini dolci e fortificati (luogo e date in via di definizione).

In Sardegna negli ultimi anni, la qualità della produzione vinicola è aumentata costantemente, facendo di questa terra un’“isola del vino” a livello internazionale.

Le cantine sarde hanno contribuito a far evolvere la produzione di vini spumanti anche attraverso l’esplorazione dei vitigni autoctoni.

Attualmente sono oltre 110 le cuvée di vini spumanti e frizzanti prodotti a livello regionale utilizzando diversi vitigni.

La tendenza attuale nella produzione di vino è rappresentata dal settore dei vini spumanti e frizzanti, in costante crescita in tutto il mondo: anche le cantine sarde si sono attrezzate e si preparano a entrare con successo in questo settore, ritagliandosi uno spazio a sé stante” afferma Mario Peretto, presidente del Consorzio Alghero Doc.

È per questo motivo che il Concours Mondial de Bruxelles ha scelto l’isola per ospitare la sessione dedicata ai vini effervescenti.

Si tratta di una grande opportunità per l’intero territorio, che ha la possibilità di mostrare le proprie eccellenze a un pubblico internazionale. Il concorso vedrà la partecipazione di circa 60 giornalisti, buyer, esperti e influencer che racconteranno la loro esperienza di questa fantastica isola, scoprendo i suoi paesaggi e le sue più importanti produzioni vinicole”, aggiunge Peretto.

In Sardegna sono oltre 110 le cuvée di vini spumanti e frizzanti prodotti a livello regionale utilizzando diversi vitigni.

vigneti ad Alghero

Tra le più importanti competizioni internazionali itineranti del settore enologico, da oltre 30 anni il Concours Mondial de Bruxelles ha l’obiettivo di svelare le tendenze del mercato vinicolo.

A ogni edizione, produttori di tutto il mondo presentano in media oltre 10mila vini: anche quest’anno saranno degustati alla cieca e valutati da una giuria di esperti internazionali (oltre 350) con l’obiettivo di individuare vini di eccellente qualità senza pregiudizi legati all’etichetta e al prestigio della denominazione.

Novità del 2024, in occasione della sessione vini rossi e bianchi di Guanajuato verrà assegnato anche un trofeo al miglior vino a basso contenuto alcolico o analcolico.

L’obiettivo di questa nuova iniziativa è quello di mettere in evidenza un mercato in rapida crescita nell’industria vinicola, sottolineando la qualità e la diversità di questi prodotti alternativi.

Abbiamo già incluso vini a bassa gradazione alcolica e analcolici nelle precedenti edizioni del CMB – spiega Thomas Costenoble, direttore del Concours Mondial de BruxellesMa con la partecipazione di un numero sempre maggiore di produttori no-low, abbiamo deciso di dedicare loro un trofeo speciale. Verranno inoltre selezionati dei degustatori specializzati per giudicare al meglio questa categoria di vini”.

Questa nuova Rivelazione Internazionale si aggiunge a quelle già esistenti: vini rossi, vini bianchi, vini boisé, vini biologici, oltre alle Rivelazioni nazionali per ogni paese.